Training Research Genova: mappatura centri sportivi, “Lo sport che fa per te!”

Question

Area di interesse

Ludico-sportiva

Compositori      

Studenti presso l’Istituto Don Bosco, classe biennale, under 30

Obbiettivi

Training Research Genova è un portale nel quale si può cercare l’attività sportiva che si desidera utilizzando come discriminante il giorno/ora, la zona e il gusto personale.

Realizzazione

Nel nostro portale si possono trovare tre scelte: una “tendina” con la quale scegliere lo sport che si vuole praticare (con un sistema di radio box quindi un comando di selezione singola); una seconda “tendina” con la quale scegliere il giorno in cui si vuole svolgere l’attività (con un sistema di check box, quindi un sistema di selezione multiplo) e ancora un’ultima opzione con l’orario in cui è disponibile il fruitore e più vicino alle sue esigenze (con il sistema check box). Una volta scelte le opzioni, il portale effettua la ricerca. La ricerca parte dalla posizione in cui si trova il fruitore, allargandosi in un più vasto spazio a seconda della zona interessata. Nel caso in cui il fruitore desideri una ricerca della zona diversa rispetto a quella in cui la effettua, ci sarà la possibilità di selezionare tramite un’altra “tendina” il luogo da dove far partire la ricerca. Infine il portale, attraverso una mappa, presa tramite OpenStreetMap (open data che fornisce dati geografici), indicherà i centri sportivi disponibili con le caratteristiche indicate precedentemente, nell’area circostante. Inoltre sarà possibile effettuare dei feedback da parte dell’utenza nei confronti dei centri sportivi (cioè gli sportivi che frequentano o provano le attività nelle rispettive strutture).

Sarà disponibile una “sezione d’ incontri” nella quale gli utenti potranno organizzarsi per incontrarsi e fare sport in compagnia tramite “annunci” da parte degli stessi (ad esempio per organizzare una corsa di gruppo).

Tempistiche

il progetto si articola in due fasi:

  • la prima fase prevede la parte della progettazione, quindi la creazione del portale
  • Nella seconda fase ai centri sportivi verrà richiesto di aggiornare il loro profilo e la loro proposta settimanale direttamente sul portale, che dovrà essere aggiornato almeno ad ogni semestre altrimenti il profilo della struttura verrà bloccato fino alla richiesta di riattivazione (questo “provvedimento” serve per stimolare la struttura ad essere attivi nel portale). I centri sportivi avranno la possibilità di inserire le immagini della propria struttura.

La fase 1 ha un tempo di svolgimento da 2 a 5 mesi circa.

La fase 2 ha un tempo di svolgimento legato alla progettazione del portale, al suo implemento e al tempo necessario di informare tutti i centri sportivi (quest’ultimo passaggio verrà spiegato nella sezione “costi e coperture”). 

 

Costi e coperture

Elementi Costi
Progettazione €2500/3000  (stima)
Hosting €50/100

 

Inoltre per fare in modo di convincere i centri sportivi a iscriversi ed aggiornare il loro profilo e la loro proposta settimanale, ci sarà bisogno di inviare delle persone direttamente sul posto per parlare ai responsabili, in modo anche da “pubblicizzare” il portale al fine di far iscrivere il maggior numero possibile di strutture, rendendo di conseguenza il portale più utile allo sportivo genovese avendo una più vasta scelta di attività.

 

Conclusioni

Il progetto ha lo scopo di organizzare una “agenda tipo settimanale” dello sportivo genovese o di chi si vuole avvicinare al mondo dello sport.

 

in progress 9
Andreon Campitiello 98 3 anni 34 Answers 1243 views 10
Subscribe
Notificami
guest
34 Commenti
più vecchio
più nuovo più votato
Inline Feedbacks
View all comments
Enrico Alletto
Admin
Enrico Alletto
3 anni fa

Ciao Andreon, come avrai visto Partecipa Digitale non dispone di cifre così alte come quelle necessarie al vostro progetto. Cosa fa salire così tanto i costi di mappatura? Hai mica già letto questo progetto? https://partecipa.opengenova.org/progetto/mappiamo-il-basket-ligure/

Pietro Biase
Admin
3 anni fa

Ciao, complimenti per il progetto, è molto interessante! Anche a me i costi sembrano molto alti per una implementazione di questo genere, è una tua stima o hai avuto modo di parlare con uno o più professionisti che ti hanno fatto un preventivo? Sarebbe bello prevedere inoltre l’integrazione nel progetto di qualche strumento open source, in modo tale da arricchire le informazioni mettendole anche a disposizione di altri. A tal fine, una mappatura su OpenStreetMap potrebbe essere il primo passo, diminuendo in modo considerevole i costi e la complessità. In un sito a parte, potresti poi implementare solo le maschere… Leggi di più »

Pietro Biase
Admin
3 anni fa

Ti faccio un esempio semplice e pratico. Se le informazioni le inserite all’interno del database di un sito web, i dati rimangono di proprietà del creatore del sito e nessuno può riutilizzare le informazioni a meno che non vengano chieste esplicitamente al proprietario e questo sia disposto a fornirle. Gli strumenti “open”, tramite apposite licenze a vari livelli, regolamentano l’uso che si può fare di un certo dato (sia esso un dato vero e proprio, o – più in generale – anche un opera intellettuale quale un software) e lo mettono a disposizione di chiunque senza nessun altro vincolo se… Leggi di più »

Andrea Gagna
3 anni fa

Ciao Andreon,
Ho una domanda che e’ piu’ sgomento; ma da voi all’Universita’ non vi hanno mai parlato e fatto usare la tecnologia OpenSource per le mappature digitali?
I vari QGIS, PostGIS, Mapillary, le App GPS Mapillary non vi dicono niente??
Oltre al gia’ citato OSM da Pietro…

Che Facolta’ state facendo?

L’Universita’ italiana prima o poi superera’ tradizionalismi e chiusure??

Chiaramente non e’ un’accusa rivolta a voi, ragazzi!
Ci mancherebbe!

Grazie!

Pietro Biase
Admin
3 anni fa
Reply to  Andrea Gagna

Andrea, non credo che Andreon sia uno studente dell’università.. io credo invece che questo possa essere per lui un ottima occasione per confrontarsi con il “mondo reale”..

Andrea Gagna
3 anni fa

Ciao, ah ok ragazzi allora dovete scusarmi. Sarebbe meglio però che lo inseriate anche nel vostro profilo, se no è facile creare equivoci 😉 Riguardo il vostro progetto, dato anche e soprattutto che siete molto giovani ritengo che acquisisca un valore maggiore. Sicuramente è un’ottima idea per aiutare i genovesi che praticano sport e anche quelli che non lo praticano ma che potrebbero incuriosirsi!

Andrea Gagna
3 anni fa

Ciao,
Il progetto non mi piace…Troppe “tendine”, stime di costi esagerate e scarsa potenzialita’ e utilita’.
Ritengo inoltre fondamentale almeno conoscere l’esistenza del mondo open-source, dato che in questo Concorso di Idee e’ il punto cardine.

Poi chiaramente il progetto lo si puo’ modificare e strutturare meglio.

Esistono gia’ centinaia di siti e portali di questo tipo e piu’ semplicemente quello che e’ l’obiettivo di questo progetto lo puoi gia’ soddisfare con una pagina Facebook fatta bene.

Oltretutto il mio progetto gia’ prevede di includere molto di quello che si vuole raggiungere.

Complimenti comunque per aver candidato questa idea ☺

Pietro Biase
Admin
3 anni fa
Reply to  Andrea Gagna

Io ho fatto una veloce ricerca, e su Genova non mi sembra ci sia nulla di simile. C’è qualcosa, ma molto limitato. Se a te risulta essere già online qualcosa di simile, ce lo segnali qui sotto?

Il progetto a me piace molto e lo ritengo utile e fattibile; ha però necessità di indicazioni affinché sia più vicino al mondo open e ha necessità di riutilizzare più possibile strumenti e framework già esistenti per abbatterne i costi e i tempi di realizzazione.

Andrea Gagna
3 anni fa
Reply to  Pietro Biase

Si anche io l’ho fatta e non esistono effettivamente strumenti di questo tipo per Genova. Io facevo più che altro riferimento al fatto che la finalità del progetto può essere già soddisfatta in buona parte grazie ad un corretto uso dei Social-Network e di siti sportivi dilettantistici. Nel Tennis esiste ad esempio il circuito amatoriale TPRA, che a livello internazionale consente agli iscritti di poter organizzare incontri o allenamenti in determinati luoghi e campi di determinati giorni e orari e con determinate persone (vedi link: http://www.tpratennis.it/ITA/Home.asp). Il TPRA viene totalmente gestito da una piattaforma web e sfrutta appieno la geolocalizzazione.… Leggi di più »

Enrico Alletto
Admin
Enrico Alletto
3 anni fa
Reply to  Andrea Gagna

Andrea, giusto per chiarire un aspetto di Partecipa Digitale, quando nel regolamento ci si riferisce al maggiore numero di interazioni e di commenti dei progettisti su altri progetti, va inteso in senso propositivo. Che il progetto piaccia o non piaccia quello può essere anche “relativo”, giusto invece mettere in evidenza eventuali debolezze per aiutare a rendere il progetto più robusto. Il “giudizio” spetterà solo alla giuria nella fase finale.

Andrea Gagna
3 anni fa
Reply to  Enrico Alletto

Ok Enrico, allora mi scuso. Ritengo comunque importante che si possa raccogliere anche le percezioni personali di ognuno, non solo tramite il “like”…
Detto questo se il Regolamento non lo prevede, chiaramente mi rendo conto che talvolta sono sfociato in giudizi di gusto più che contributi costruttivi.

Enrico Alletto
Admin
Enrico Alletto
3 anni fa
Reply to  Andrea Gagna

Andrea, non è che “il regolamento non lo prevede” è che iniziare un’interazione con: “Ciao,
Il progetto non mi piace” non rientra nello spirito di Partecipa Digitale che è quello migliorare insieme, la dove possibile, le idee progettuali. Ho ritenuto utile cogliere l’occasione per ribadire che i progetti verranno giudicati a tempo debito da una giuria. Tutto qui!

Andrea Gagna
3 anni fa
Reply to  Enrico Alletto

Ok Enrico, allora hai fatto bene a farmelo notare. Spero però di non aver generate fraintendimenti; anche quando scrivo le parole “non mi piace” non lo faccio con l’intento di disprezzare un progetto ma magari semplicemente perché non mi convince. Di fatti poi nelle righe successive cerco sempre di inserire quali potrebbero essere i metodi per migliorare e rendere più appetibile il progetto. Ritengo che dato che i contributi hanno la sola forma scritta non sia così facile stare attenti a ogni parola scritta “letteralmente” o che comunque sia un aspetto soggettivo… Quando si parla magari si dicono tante cose… Leggi di più »

Enrico Alletto
Admin
Enrico Alletto
3 anni fa
Reply to  Andrea Gagna

p.s.: Andrea, com’è scritto nel progetto, i proponenti non sono studenti universitari, da del Don Bosco, scuola superiore. Credo che per Partecipa Digitale questo sia un valore aggiunto. Spero di vederli con l’insegnate all’evento finale 🙂

Andrea Gagna
3 anni fa
Reply to  Enrico Alletto

Ok, mi sono già scusato anche con loro. Di solito faccio riferimento a quanto contenuto e pubblicato nel profilo dei proponenti, più che alla voce “compositori dei proponenti del progetto” e da ciò è derivata la mia incomprensione e il mio sfogo (sicuramente fuori luogo)…
Anche secondo me ciò è un valore aggiunto.

Laura Loschi
Editor
Laura Loschi
3 anni fa

Il progetto mi sembra molto interessante. Fatto salvo l’aspetto economico, che come avete già sottolineato può essere ridimensionato di parecchio con strumenti open, vedo anche una prospettiva interessante per la ricerca da parte delle famiglie di nuove proposte per le attività dei figli. Mi spiego meglio: spesso, soprattutto da giugno a settembre, i genitori cercano strutture piuttosto vicine a casa che offrano giorni di prova per orientare i ragazzi a nuovi sport. Questa è tutt’altro che una ricerca facile. I siti delle società sportive spesso non sono aggiornati e molte attività non vengono proposte se non per passaparola. Questo portale… Leggi di più »

Andrea Gagna
3 anni fa

La tua riflessione Laura la trovo molto interessante e la condivido appieno.
Quello che dici l’hanno vissuto i miei genitori stessi in prima persona, quando volevano indirizzarmi nell’attività sportiva che poi sarebbe diventata una grande passione 🙂
Ero piccolo e non potevo capire ancora; ricordo che iniziai a giocare a Calcio e fu un fallimento 😉
Con il basket andò decisamente meglio ma quanta fatica per i mei riuscire a trovare!!

Baciccia
Baciccia
3 anni fa

Ciao Ragazzi, è bello il vostro progetto e bella l’idea che siate studenti delle superiori.
Spero davvero che portiate in porto la nave!!!
Fate tesoro dei consigli che vi hanno dato, potranno solo migliorare la vostra (già buona!!) idea
Bravi!

Enrico Alletto
Admin
Enrico Alletto
3 anni fa

Ragazzi, come forse si diceva in qualche altro commento la parte relativa al sito web è l’ostacolo più semplice da superare (al massimo potremmo aiutarvi noi) il vero problema è la parte in cui “verrà richiesto di aggiornare il loro profilo e la loro proposta settimanale direttamente sul portale” per esperienza vi posso dire che non lo farà quasi nessuno. Per ottenere risultati in questo senso servono iniziative più “decise” come per esempio recarsi sul posto e spiegare direttamente ai responsabili di struttura l’importanta di fornire tutta una serie di informazioni. 1) Un Hosting che ospita un’iniziativa di questo tipo… Leggi di più »

Andrea Gagna
3 anni fa

Ciao Andreon, è una buona idea. Avete già pensato di rendere la cosa più appetibile a Palestre e Centri sportivi, creando un portale e-commerce dove l’utente può eventualmente fare l’iscrizione alla Palestra/attività sportiva pagando uno sconto? Così tutti sarebbero più incentivati a iscriversi e usare la piattaforma. Poi credo che con i vari proprietari di Palestre e altro, si possa concordare eventualmente anche per benefici diversi rispetto al semplice sconto. Un’altra cosa che incrementerebbe il numero di utenti potrebbe essere introdurre la gamification, quindi un sistema tipo a punti con la classifica ad esempio dell’utente registrato che ha organizzato più… Leggi di più »

Andrea Gagna
3 anni fa

Ciao Andreon; ho riflettutto sul vostro progetto e volevo proporvi una sinergia con il mio, di modo da integrare i nostri progetti in uno solo e rendere quest’ultimo più fattibile e con maggiori potenzialità. Mi riferisco al mio progetto “Mappiamo il basket ligure!”. La mia idea è questa. Potremmo sviluppare assieme una piattaforma web in grado di fare quello che voi stessi avete descritto in “”Training Research Genova: mappatura centri sportivi, “Lo sport che fa per te!”” e cioè tutto il processo di interrogazione geolocalizzata, applicato però non solo alla pallacanestro ma anche a qualsiasi altro sport. La piattaforma sarebbe… Leggi di più »

Andrea Gagna
3 anni fa
Reply to  Andrea Gagna

Aggiungo che un eccellente web tool based a cui far riferimento e’ “evensi” (www.evensi.com). La piattaforma web funziona in modo molto simile a quella del vostro progetto, con il valore aggiunto di gestire le iscrizioni, i profili/account degli utenti e molto altro interfacciandosi con Facebook. Evensi raccoglie e geolocalizza Eventi generici, quindi non solo sportivi e di tutto il Mondo. Inoltre se ho capito bene per pubblicare un tuo Evento devi pagare.

Attendo un vostro riscontro Andreon, prima di proseguire il dibattito ☺

Andrea Gagna
3 anni fa

Ciao Ragazzi; ma siete sicuri di aver capito quali foto intendo? E’ chiaro che le foto per pubblicizzarsi le sceglieranno direttamente le palestre stesse e a loro piacimento, io non facevo riferimento però a queste ma a quelle dell’eventuale lavoro di foto-mappatura dell’esterno e dell’interno del loro edificio. Le foto-mappature online permetterebbero di ottenere un effetto molto simile a quello di Google Street view (in Google Map, quando si prende l’omino e lo si inserisce in una strada), solo che l’utente “navigherebbe” oltre che all’esterno, anche “dentro” alla palestra specifica , tra un macchinario e l’altro (vedi esempio foto-mappatura dentro… Leggi di più »

Andrea Gagna
3 anni fa

Ok, prego. Grazie a voi.