Linux4Tourism

Progetto

Area d’interesse/categoria

Azioni per il territorio

Composizione gruppo di lavoro

Per questo progetto è necessario ipotizzare un coordinatore + risorse di Open Genova (o esterne) con competenze sistemistiche Linux

Obiettivi

Realizzare una piattaforma a basso costo per la creazione, tramite strumenti Open Source, di totem o schermi informativi (totem digital signage) a scopo turistico e/o museale su sistema operativo Linux.

La piattaforma dovrebbe funzionare con il seguente schema di massima:

  • Un monitor per la presentazione dei contenuti
  • Un hardware a basso costo, ad esempio Raspberry, StickPC o similare, in grado di far girare una piattaforma Linux
  • Un sistema operativo Linux personalizzato, con distribuzione da definire, che sia leggera ed in grado di presentare contenuti informativi grafici e testuali (es. da LibreOffice) e/o video di adeguata definizione e qualità

La presentazione delle informazioni potrebbe avvenire tramite:

  • una presentazione di slide/diapositive create con LibreOffice
  • un video, eventualmente anche ad alta definizione
  • altre eventuali modalità multimediali

Il sistema, alla partenza dovrebbe automaticamente lanciare una presentazione o un video, a pieno schermo, definiti a priori e precaricati sul dispositivo e/o su una memoria esterna (chiavetta USB o microSD).

Per eventuali installazioni multi schermo nello stesso ambiente, sarà quindi possibile visualizzare contenuti diversi a seconda del luogo in cui ci si trova.

Si pensi ad esempio al caso di una installazione museale che potrebbe essere composta da una piattaforma nella biglietteria (con info specifiche su orari, biglietti, contenuti del museo generici, ecc.), affiancato da una piattaforma in ogni stanza o sezione del museo (con info specifiche sulle opere presenti nella zona in cui si trova il monitor).

Lo stesso sistema potrebbe essere utilizzato anche in altri ambiti, quali:

  • ambito turistico: installazione di piattaforme in una via o in una zona di alto passaggio turistico, con informazioni turistiche sulle attrazioni più vicine
  • ambito commerciale: installazione di piattaforme nelle vetrine o all’interno di negozi, con informazioni commerciali sulle merci in vendita o sui servizi disponibili.

Realizzazione

Si potrebbe ipotizzare la realizzazione di un prototipo, da installare presso un luogo turistico eventualmente interessato allo sviluppo della piattaforma.

Tempistiche

Da definire e concordare in base alle disponibilità delle persone di Open Genova coinvolte nel progetto, ragionevolmente ci sarà necessità di alcuni mesi di tempo.

Costi e coperture

Per lo sviluppo del prototipo, i costi ipotizzati sono i seguenti:

Descrizione Costo
Monitor 32” (eventualmente anche di recupero, azzerando o ridimensionando il costo unitario) 0 / 250 €
Raspberry PI 3 + custodia + alimentatore 50 €
Staffa per montaggio a muro 20 €

Il costo della singola installazione con display da 32” potrebbe dunque andare da un minimo di 70€ in caso di utilizzo di monitor recuperati, fino ad un massimo di 320€ per una piattaforma che utilizza hardware nuovo.

Allo scopo di abbassare i costi, per quanto riguarda i monitor (specie per i modelli di dimensione più piccola) si potrebbe valutare il coinvolgimento e la sinergia con LA CRUNA (partner di OpenGenova), e verificare l’eventuale loro interesse per il supporto di questo progetto.

Opzionalmente si potranno anche utilizzare specifici supporti per espositori multimediali, con costi da definire.

Conclusioni

Per questa proposta progettuale, i maggiori costi sono dovuti alle ore uomo necessarie per individuare e personalizzare una distribuzione Linux leggera e compatibile con Raspberry o con l’hardware che verrà scelto.

Questa proposta progettuale potrebbe inoltre essere parzialmente integrata nel progetto RigeneraDigitale, a cura di OpenGenova.

  • 26
    Shares
in corso 0
Azioni per il territorio 2 anni 15 Contributi 685 visualizzazioni 1

Su di te Pietro Biase

Appassionato di tecnologia, attualmente mi occupo di web marketing e social media. Referente di progetto #OGWifi per l'Associazione Open Genova.

Seguimi

15
Leave a Reply

avatar
5 Comment threads
10 Thread replies
1 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
6 Comment authors
Pietro BiaseAndrea GagnaEmilio RivaAngeloMassimiliano Bonacci Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovo più vecchio più votato
Notificami
Andrea Gagna
Member

Ciao Pietro e complimenti per il progetto.
L’idea mi piace. L’aspetto che mi piace meno è che non credo che sia un progetto che possa coinvolgere più di tanto la partecipazione e il contributo dei soci di Open Genova, dato che come scrivi la necessità essenziale sarebbe quella di disporre di una persona con competenze sistemistiche di Linux..
Lo vedo poi come una sorta di integrazione/estensione del progetto già pubblicato “Citymessage video comunicazione digitale in tempo reale nei quartieri”. Ipotizzare una sinergia per far confluire i 2 progetti ritieni possa avere un senso e una sua utilità?
Grazie!

Tiziano Cosso
Guest

Progetto di sicuro interesse, le potenzialità dei mini pc sono enormi e attualmente ancora poco utilizzate per il “grande pubblico”. Questo progetto va in questa direzione e credo potrebbe esserci spazio per fare bene.
Ad esempio la prima cosa che mi è venuta in mente, essendo uno dei campi di cui mi interesso, è quella di inserire nel raspberry anche dei video di ricostruzioni 3D degli elementi turisticamente interessanti.
La sfida è produrre qualcosa di economico ma al contempo avviabile facilmente, di semplice installazione e rapidamente aggiornabile o modificabile.

Andrea Gagna
Member

Ciao Tiziano, le ricostruzioni 3D delle Opere Turistiche in generale possono diventare qualcosa di realmente attrattivo se si possono far accedere a tutti.
Penso anche a pannelli digitali tauch screen e quindi interattivi, implementati con la Realta’ Aumentata.
Anche in questo caso credo che l’open-source giocherebbe un ruolo decisivo.

Massimiliano Bonacci
Member

Come Citymessage avevamo già pensato ad una piattaforma a bassissimo costo per la gestione di schermi informativi all’interno dei musei o per informazioni turistiche in generale, potendo trasmettere sia tramite Cloud che in locale Messaggi, immagini & Video. All’attuale stato di sviluppo Citymessage è decisamente economico, anche perchè sviluppato su MiniPC Android (https://www.alibaba.com/product-detail/For-Rikomagic-MK802-IIIS-RK3066-1GB_60138294430.html?spm=a2700.7724838.0.0.xrFbqS). La cosa che manca ancora e penso cmq che sia fondamentale per uno schermo di informazioni museali e turistiche è l’interattività. Quindi ogni tipo di applicazione che sia basata su Android o Linux (Base di Android), dovrà prevedere la gestione di schermi touch e sw interattivo. I… Leggi di più »

Angelo
Member

L’idea non è male, ricorda in parte alcuni progetti europei che sono stati sviluppati nell’ambito dello smart tourism in Genova. Bisogna riflettere su alcune considerazioni HW prima di procedere come ad esempio il monitor. Se si sceglie una soluzione non touch bisogna prevedere delle periferiche di input per interagire. Oppure il packaging non è detto che alla fine 20€ bastino, ma è un inizio. Un turista però ha 9 su 10 uno smartphone in mano, considera anche la possibilità di interazione con l’utente tramite lo stesso (bluetooth o wireless per esempio), ma questo potrebbe richiedere lo sviluppo anche di un… Leggi di più »

Emilio Riva
Guest

Bella iniziativa: nella nostra città ci sono competenze insospettabili su Linux e Open Source in generale, anche se forse più orientate al mondo “embedded”.
Una “distribuzione” Linux embedded generata “from scratch” ha un footprint bassissimo e ci sono anche startup che producono piccole schede simili al raspberry (magari basate su altri processori). Solo che a volte sono talmente impegnate nel proprio lavoro che nemmeno hanno il tempo di accorgersi che qualche “vicino di casa” avrebbe bisogno di loro…

Andrea Gagna
Member

Ciao Emilio,
Non ho capito il tuo commento, puoi decifrarlo? 😉
Non sono un esperto di informatica ma ci lavoro e sinceramente trovo comunque complesso comprendere il contenuto di molti contributi, come il tuo…

Abbi pazienza e grazie!